S T A T U T O

I COSTITUZIONE

In data 30/3/92 si è costituita l’Associazione “GRUPPO DI LAVORO IN ACQUA DI PISA”  Registrato presso l’Uff. del Registrao di Pisa con atto n° 1314 in data 01.04.92 e con successive modifiche registrate presso l’ Agenzia delle Entrate Uff. di Pisa al n° 0746 in data 14.02.1995, al n° 27 in data 08.01.1998, al n° 4544 in data 14.10.2002 e al n° 100891 in data 15.09.2004.

 

II SCOPI DEL GRUPPO

Promuovere e diffondere l’utilizzo dei CANI DI TERRANOVA al recupero di cose ed al salvataggio di persone in acqua. mediante l’organizzazione, la predisposizione e la gestione d’apposite sedute d’addestramento in acqua ed a terra aventi lo scopo di portare il maggior numero dei cani del Gruppo, con relativi conduttori, al conseguimento d’abilitazioni, brevetti, riconoscimenti di qualsiasi natura e genere essi siano, indetti e-o riconosciuti dalle Associazioni e Organizzazioni di riferimento, Nazionali e non, e comunque aventi scopi statuari affini al Gruppo di Lavoro in Acqua di Pisa. L’attività di cui sopra è da considerarsi come l’elemento primario ispiratore del Gruppo di Lavoro in Acqua di Pisa. Promuovere e diffondere l’utilizzo dei Cani di Terranova in funzione del volontariato riferito alle specifiche attività di Protezione Civile, ottenendo così il duplice scopo di portare i CANI DI TERRANOVA sulle spiagge, sia per il soccorso che per l’addestramento, ottenendo le autorizzazioni necessarie, valorizzando altresì il binomio uomo-cane ed esaltandone le caratteristiche per addivenire alla creazione delle cosiddette unità cinofile di salvataggio, nonché tutte le manifestazioni di qualsiasi natura e genere inserite in ambito sociale e benefico, non ultime, le iniziative ed i progetti in favore di persone disabili, portatrici di handicap, organizzate e proposte da Enti Associazioni, Soci del Gruppo, privati, ecc.. Le modalità e gli scopi del Gruppo verranno regolamentate dalla Assemblea dei Soci e dal Consiglio Direttivo. Proprio per tali scopi il Gruppo si impegna a sfruttare al massimo l’istinto innato di questa razza. Promuovere e diffondere a livello anche sperimentale, le attività di cui sopra a favore di altre razze canine, considerate razze acquatiche con particolare riferimento alle razze Labrador e Golden Retrivier conferendo al Gruppo il carattere di una Associazione cinofila multirazziale impegnata e motivata nell’ambito della Protezione Civile e del volontariato.
Il Gruppo non ha scopi di lucro, è apolitico e fissa la sua sede in: VIALE DEI PINI, 105A Fraz Migliarino Pisano VECCHIANO (PISA).
Lo Stemma adottato dal Gruppo è così composto:
- un salvagente, sul quale si trova la parola TERRANOVA;
- all’interno del salvagente si trovano: l’immagine della Torre di Pisa e quella di un Terranova seduto, che si appoggia ad essa con una delle  zampe anteriori;- sempre all’interno del salvagente: sotto la base su cui poggiano la figura della Torre di Pisa e del Terranova è scritto il Nome del Gruppo.

III ADESIONI AL GRUPPO

1) Possono diventare Soci del Gruppo. tutti i proprietari di cani Terranova che siano iscritti alla FEDERAZIONE CINOFILA INTERN.LE (F.C.I.), (eventuali eccezioni dovranno essere valutate dal Consiglio) e tutti coloro i quali, pur non avendo un cane, abbiano interesse a contribuire alla realizzazione degli scopi del Gruppo. Tutte le domande devono passare al vaglio del Consiglio che si riserva la possibilità di rifiutare un nuovo Socio, dandone comunicazione scritta e indicandone i motivi.

2) L’adesione al gruppo comporta
a) la condivisione degli scopi del gruppo, l’accettazione dello Statuto e del Regolamento, l’impegno alla sua attuazione ed il pagamento delle quote sociali (nonché la quota iniziale d’iscrizione);
b) L’impegno a mantenere un comportamento civile nell’ambito del Gruppo durante le sedute di addestramento e durante le manifestazioni.

3) Le domande di iscrizione possono essere presentate in qualsiasi periodo dell’anno, richiedendo il modulo apposito al Segretario. Insieme al modulo per la domanda sarà fornito all’aspirante Socio lo Statuto del Gruppo, che egli si impegnerà a sottoscrivere.

5) All’atto dell’iscrizione il Socio si assume l’impegno di un contributo finanziario al Gruppo, stabilito annualmente dal Consiglio, chi non è in regola con le quote trimestrali (massimo due) è considerato dimissionario, nell’eventualità voglia rientrare deve pagare uovamente l’iscrizione. All’atto dell’ iscrizione dei Soci verrà fornita una tuta, una maglietta, una pettorina, una spilla, un distintivo.

IV ORGANIZZAZIONE DEL GRUPPO

1) Al Gruppo appartengono:
b) I Soci Ordinari, ovvero tutti coloro i quali sono possessori di un cane di Terranova ed hanno interesse a che i loro cani apprendano l’arte del salvataggio.
c) I Soci Sostenitori, ovvero coloro i quali (pur non avendo un cane) hanno interesse a svolgere un ruolo attivo nel Gruppo. I Soci Sostenitori partecipano alle spese del Gruppo con una quota mensile ridotta del 50% rispetto a quella dei Soci Ordinari.

2) Gli organi del Gruppo sono:
a) Il Consiglio;
b) L’Assemblea dei Soci;
c) Un revisore dei conti;
d) Tre Probiviri.

V CONSIGLIO

1) Il Consiglio stabilisce le linee generali del Gruppo, il lavoro. le esibizioni, le date, le scadenze; decide la cariche al suo interno, esamina le proposte di modifica dello Statuto, esamina lo richieste di adesione così come previsto dallo Statuto stesso e dal Regolamento (descritto in calce allo Statuto).

2) Le cariche all’interno del Consiglio, eletti a maggioranza dall’Assemblea, sono le seguenti:
A) Un Presidente;
B) Un Segretario – Consigliere;
C) Un Tesoriere – Consigliere;
D) Tre Consiglieri.

3) Le cariche all’interno del Consiglio sono gratuite, viene dato il gettone di presenza ai Consiglieri e Istruttori. Nel caso che un Consigliere sia anche Istruttore il gettone di presenza è sempre uno. Il gettone di presenza viene dato alla fine dell’anno sempre che gli stessi siano sempre presenti, salvo copertura finanziaria.

4) La rinuncia alla carica di Consigliere deve essere motivata e comunicata al Consiglio a mezzo lettera raccomandata.

5) La candidatura di un Socio a Consigliere viene accettata solo se il Socio suddetto è tale da almeno sei mesi.

6) Il Consiglio si riunisce una volta ogni 3 mesi o quando il Presidente o 2 Consiglieri richiedano una riunione straordinaria del Consiglio stesso. Ogni riunione dovrà essere comunicata con almeno tre giorni di anticipo, indicando l’ordine del giorno.

7) Nel Consiglio tutti Consiglieri hanno diritto ad un voto. Tutte le votazioni avvengono per alzata di mano. Non sono ammesse deleghe. Le votazioni non saranno valide qualora non sia presente un numero di Consiglieri pari almeno alla metà più uno. Tutte le decisioni devono essere approvate dalla maggioranza del Consiglio.

10) Le decisioni del Consiglio devono essere portate a conoscenza di tutti i Soci.

11) Oltre ai casi previsti dalla legge, possono essere espulsi dal Gruppo, per delibera del Consiglio con la maggioranza dei 2/3, i Soci che non rispettino lo Statuto o che, senza giustificato motivo, non adempiano agli impegni assunti nei confronti del gruppo.

12) Tutte le decisioni. inerenti al Gruppo, devono essere prese dal Consiglio.

13) Per !’elezione del Tesoriere e del Segretario devono essere presenti almeno i 2/3 dei membri del Consiglio,

VI PRESIDENTE

0) Il Presidente verrà eletto direttamente dall’Assemblea dietro esplicita candidatura. Per ricoprire la carica i candidati dovranno avere almeno due anni di anzianità di Gruppo.

1) Il Presidente può prendere tutte le decisioni di normale amministrazione o quelle che richiedono una risposta immediata. Di tali decisioni il Presidente è tenuto a dare immediata comunicazione anche telefonica ad almeno due Consiglieri. Nella successiva riunione di Consiglio dovrà comunicare la decisione a tutti i Consiglieri.

2) Il Presidente, in ogni Consiglio od Assemblea dei Soci, regola lo svolgimento del lavoro in conformità con le norme dello Statuto

3) In assenza del Presidente, la carica viene temporaneamente assunta dal Segretario e in assenza anche di quest’ultimo dal Consigliere più anziano per iscrizione, presente in quel momento.
presentarne richiesta scritta al Presidente indicando l’ordine del giorno, il luogo, la data e l’ora della prima e della seconda convocazione.

VII ASSEMBLEE DEI SOCI

1) L’Assemblea dei Soci viene convocata dal Consiglio per i seguenti motivi: rendere partecipi tutti i Soci delle decisioni prese dal Consiglio, ascoltare i suggerimenti e le proposte dei Soci in merito a questioni di importanza straordinaria e generale, nonché per l’elezione dei consiglieri.

2) Verranno discusse in Consiglio tutte le proposte che siano l’espressione della maggioranza dei Soci riuniti in Assemblea.

3) L’Assemblea dei Soci viene convocata almeno una volta l’anno per i seguenti motivi:
a) presentazione del Bilancio (consuntivo e preventivo);
b) discussione di ogni altro argomento compreso nell’ordine del giorno.

4) L’Assemblea viene convocata dal Consiglio del Gruppo dandone informazione scritta a tutti i Soci, indicando l’ordine del giorno, il luogo, la data e l’ora della prima e della seconda convocazione.

5) Nelle assemblee tutti i Soci hanno diritto ad un voto, se in regola con le quote sociali. E’ accettata UNA delega per socio.

6) Le assemblee dei Soci possono essere convocate in via STRAORDINARIA dal Consiglio del Gruppo o dal Presidente e dai 2/3 dei Soci, che dovranno presentare richiesta scritta al Presidente , indicando l’ordine del giorno, il luogo, la data e l’ora della prima e seconda convocazione.

7) Si può modificare lo Statuto con l’Assemblea Straordinaria convocata dal Consiglio, oppure per richiesta dei 2/3 dei Soci.

VIII SOCI

1) Tutti i Soci hanno l’obbligo morale e materiale di contribuire al buon andamento del Gruppo, è obbligo indossare la tenuta del Gruppo durante le manifestazioni.

2) Durante le sedute di addestramento il Gruppo non accetta cani che non siano accompagnati dal socio. Il Gruppo non si assume alcuna responsabilità in merito a malori o ad incidenti che possano occorrere a cani o persone durante e dopo le sedute di addestramento e manifestazioni.

3) Durante le sedute di addestramento e le manifestazioni a cui il Gruppo partecipa, il cane è sotto la tutela del socio, che dichiara, sotto la propria responsabilità, la buona salute del proprio cane. Solo il Socio può decidere se il cane si trova nelle condizioni psicofisiche adatte per eseguire un determinato esercizio o comando.

4) I Soci possono presentare reclami o proposte a mezzo lettera. I Soci possono prestare la loro opera dietro richiesta del Consiglio e con delega di questo.

5) Durante il lavoro sono accettati solamente persone facenti parte del Gruppo. Eventuali altre persone possono assistere purché non intralcino il lavoro, ma non possono usufruire dei materiali e mezzi del Gruppo. Durante il lavoro, sia a terra che in acqua, non sono ammessi altri cani che non siano Terranova.

6) Il socio non in regola con le quote trimestrali (massimo due) viene considerato dimissionario, se entro il 31 dicembre di ogni anno non sia in regola.

7) Ogni iscritto al Gruppo deve:
a) conoscere ed essere informato sulle decisioni prese dal Consiglio del Gruppo;
b) contribuire al lavoro del Gruppo per realizzarne gli obiettivi.

8) Ogni iniziativa relativa all’attività del Gruppo da parte di un Socio non può prescindere dall’approvazione del Consiglio

9) Il Consiglio si riserva di variare il giorno e l’orario di lavoro.

IX AMMINISTRAZIONE DEL GRUPPO

1) L’Amministrazione del Gruppo è di competenza del Consiglio, i cui componenti hanno obblighi legali ed amministrativi.

2) Il Consiglio affida la gestione dell’Amministrazione ad un Tesoriere, eletto al suo interno.

3) Nella prima riunione dell’anno dovrà essere presentato il bilancio del Gruppo e dovrà essere definita la quota annuale e mensile dovuta dai Soci per l’anno in corso. Il Gruppo si potrà avvalere anche di contributi esterni sotto forma di donazioni da parte di singoli ed Enti Pubblici e privati.

4) La quota trimestrale deve essere pagata entro il trimestre.

5) La quota serve per poter coprire le spese di cancelleria, per il pagamento dell’assicurazione del motore marino e della tassa di stazionamento per il natante, per mantenere il materiale esistente e per l’acquisto di nuovi materiali utili all’attività del gruppo o per effettuare qualsiasi altra spesa che il Consiglio ritenesse necessaria per il corretto funzionamento del Gruppo.

6) Tutto il materiale acquistato con il denaro versato dai Soci, ottenuto da sponsor e da donazioni private o da Enti pubblici o privati, rimane di proprietà del gruppo.

7) Il Tesoriere, ove ritenga la spesa non coperta o non compatibile con gli stanziamenti previsti nel Bilancio, può chiedere il riesame della spesa stessa. I bilanci sono predisposti dal Tesoriere e approvati dall’Assemblea dei Soci.

8) In caso di scioglimento del Gruppo il patrimonio verrà donato in beneficenza ai canili.

9) Il Socio receduto o espulso non ha diritto su alcuna parte del patrimonio, né al rimborso delle quote versate. Sarà tenuto a restituire il materiale di proprietà del Gruppo eventualmente in suo possesso.

X PATRIMONIO DEL GRUPPO

1) Il patrimonio del Gruppo e’ costituito dalle quote sociali e beni acquistati col denaro dei Soci come risulta dall’inventario.

2) L’esercizio finanziario del Gruppo ha inizio il 1 Gennaio e termina il 31 Dicembre di ogni anno. Entro trenta giorni dalla fine dell’esercizio il Consiglio dovrà compilare e presentare il bilancio all’approvazione dell’Assemblea ordinaria.

Tutto quanto non regolato dal presente statuto viene disciplinato dalle norme del codice civile in quanto applicabile.

REGOLAMENTO

1) Il socio proprietario o conduttore è il solo responsabile del cane, è obbligatorio avere al seguito il libretto delle vaccinazioni in regola.

2) Durante le sedute di addestramento i cani devono essere tenuti rigorosamente al guinzaglio.

3) Il lavoro a terra ed il lavoro in acqua sono inscindibili.

4) Durante le sedute di addestramento, di lavoro a terra ed in acqua. non è accettata la presenza di cani che non siano di razza Terranova, Labrador e Golden.

5) E’ compito dell’istruttore scegliere il tipo di addestramento sia a terra che in acqua.

6) Si fa obbligo di partecipare almeno tre manifestazioni nell’anno solare.

7) La scelta del calendario delle dimostrazioni è suggerita dal Consiglio.

8) Durante le sessioni di addestramento non sono ammesse femmine nel periodo del calore. Si fa eccezione in caso di manifestazioni o preparazione delle stesse, dietro accordi presi con l’istruttore.

9) Rispettare rigorosamente l’orario di lavoro.

10) Il socio con il cane deve mettere al corrente l’istruttore su qualsiasi problema inerente al cane (es. salute, vaccini, shock, ecc)

11) E’ obbligatorio durante le manifestazioni indossare la tenuta del Gruppo, fornita al momento dell’iscrizione, durante le prove di lavoro indossare la pettorina.

G.L.A.P.